Corale Polifonica “Iubilate Deo”

Il coro (di Antonio Parisi)

Il coro rappresenta il cuore dell'animazione musicale di una celebrazione. Fin dai primi secoli i Padri della Chiesa hanno evidenziato la presenza e la funzione del coro nelle sacre celebrazioni, come strumento indispensabile per la preghiera cristiana.
Alcune riflessioni vorrei farle sul coro, partendo da una bella pagina di sant'Atanasio.

Come infatti il musicista, con la cetra bene intonata, per mezzo di suoni gravi e acuti, abilmente combinati, crea un'armonia, così la Sapienza di Dio, tenendo nelle sue mani il mondo intero come una cetra, unì le cose dell'etere, armonizzò le singole parti con tutto e creò con un cenno della sua volontà un solo ordine del mondo, una vera meraviglia di bellezza [...] In un coro composto di molti uomini, bambini, donne, vecchi e adolescenti, sotto la direzione di un solo maestro, ciascuno canta secondo la propria costituzione e capacità, l'uomo come uomo, il bambino come bambino, il vecchio come vecchio, l'adolescente come adolescente, tuttavia costituiscono insieme una sola armonia.

Anche Seneca parla così del coro:

Non vedi di quante e diverse voci è fatto un coro? Eppure da tutte emerge una unità. Ce ne sono di acute, di gravi, di medie; le voci dei singoli restano nell'ombra, è in evidenza l'insieme. Tale deve essere l'animo nostro: e vi siano pure molte conoscenze, molti insegnamenti; ma accordati ad un unico fine.

Qualcuno ha pensato e detto che con la riforma liturgica del Vaticano II i cori sono scomparsi dalle chiese.
Invece, essi si vedono attribuire ora un compito di primaria importanza. Sono al servizio dell'assemblea, aiutano e sostengono il canto comune, contribuiscono a creare un'atmosfera di festa, custodiscono i tesori musicali del passato nel rispetto intelligente delle nuove realtà litugiche.
Già nel 1966 il  Consilium ad exsequendam Constitutionem de sacra liturgia  affermava:

Se si vuole che l'assemblea liturgica sia veramente iniziata, guidata, educata nel canto, il coro è indispensabile.

E i vescovi italiani, nella nota pastorale Il rinnovamento liturgico in Italia, ricordano a ogni cantore che il suo canto è innanzitutto una preghiera. E fanno un'affermazione profonda e bellissima:

Nell'esercizio del loro ministro essi sono segni della presenza del Signore in mezzo al suo popolo.

Perciò, quando tu canti, sei un segno, quando tu suoni, sei un segno, segno di Cristo. Che grande responsabilità ci viene data. Canti male, Cristo non si vede, suoni male, Cristo non è manifestato; se sei distratto e impreparato, se arrivi in ritardo alla messa, se improvvisi, non comunichi Cristo.
L'OGMR (n. 103) afferma con chiarezza che

tra i fedeli esercita un proprio ufficio liturgico la schola cantorum o coro, il cui compito è quello di eseguire a dovere le parti che le sono proprie, secondo i vari generi di canto, e promuovere la partecipazione attiva dei fedeli nel canto. Quello che si dice della schola cantorum, con gli opportuni adattamenti, vale anche per gli altri musicisti, specialmente per l'organista.

Compito principale del coro, quindi, sarà di cantare la fede cristiana, sia la propria fede e sia la fede del popolo celebrante. Perciò, se l'assemblea non canta e non partecipa, la prima responsabilità è del coro che non sostiene, non guida, non aiuta il canto dell'assemblea. L'assemblea non può sempre delegare al coro il canto, né d'altra parte il coro può appropriarsi degli interventi canori che spettano all'assemblea.

(Antonio Parisi, in "Un cuor solo", Stilo Editrice, 2007, pp. 52-55)

RESPONSABILE - DIRETTORE: Federico De Mattia

 ORGANISTA: M° Giuseppe Rigliaco

CORISTI

 SOPRANI

RosaEmilia Potente

Filomena Bencivenga

Giuseppina Fabozzi

Ilaria Improda

Antonella Iovino

Carmen Truosolo

Maria Del Prete

Silvia Cantile

Concetta Pagano

Rosalia Villano

CONTRALTI

Pupetta De Chiara

Angela De Mattia

Luisa Borrelli

Angela Grasso

Marialama Laudadio

Rita Di Cicco

Elsa Tescione

TENORI

Davide Verde

Salvatore De Crescenzo

Guglielmo De Maria

PUERI CANTORES

Domenico De Cristofaro

Gaetano Tomeo

Ersilia De Cristofaro

Francesca Palmiero

Alessia Petrillo

Saverio Petrillo